Bene l’accordo sui contratti del pubblico impiego, ora si attivino subito i tavoli di comparto.

Bene l’accordo sui contratti del pubblico impiego, ora si attivino subito i tavoli di comparto.

La UIL del Friuli Venezia Giulia e le categorie regionali del settore – UIL FPL, UIL PA, UIL SCUOLA E UIL RUA – esprimono soddisfazione per l’accordo di ieri che riavvia la contrattazione nel pubblico impiego dopo ben 7 anni di blocco.

Un accordo che riconosce il valore del lavoro pubblico e ne valorizza le professionalità, concretizzando molte delle proposte sostenute dalla Uil e in particolare: una nuova stagione delle relazioni sindacali, la riappropriazione della contrattazione di tanta parte che era stata legificata; il superamento del sistema di valutazione della legge Brunetta; la ripresa della contrattazione di secondo livello liberata dai vincoli attualmente esistenti; la defiscalizzazione del salario accessorio; l’introduzione del welfare aziendale e il sostegno allo sviluppo della previdenza complementare; l’impegno per la riduzione del lavoro flessibile ed il superamento del precariato; infine, gli aumenti contrattuali non inferiori a 85 Euro mensili e senza ricadute penalizzanti per i percettori del “bonus 80 Euro”.

Il Governo è ora chiamato a dare seguito alle intese raggiunte, avviando immediatamente i tavoli di comparto per il rinnovo dei contratti del settore pubblico e confrontandosi con il sindacato nell’individuazione di tutte le misure utili al riconoscimento e alla valorizzazione del ruolo dei pubblici dipendenti.