CRISI BURGO, UIL “MANTENIAMO ALTA ATTENZIONE”

Presidio lavoratori in piazza davanti a Palazzo Regione a Trieste 

Mian (UIL Com Fvg): “Resta forte la preoccupazione su futuro azienda. Azienda ha comunicato che senza accordi entro fine mese scatteranno i licenziamenti”.

“Le preoccupazioni sul futuro dello stabilimento Burgo di Duino restano forti”. Lo ha dichiarato oggi il segretario  generale UIL Com  Fvg Luca Mian, al termine dell’incontro con il vicepresidente della Regione Fvg Sergio Bolzonello per fare il punto sul futuro della Cartiera del Timavo.

“Oggi l’azienda ha comunicato che ha inserito nelle buste paga dei dipendenti un comunicato in cui chiarisce che, se non ci saranno novità entro fine mese, scatteranno i licenziamenti”, ha fatto sapere Mian.  Gli ammortizzatori sociali sono in scadenza al 31 gennaio 2018, poi rischiano di scattare 120 esuberi.

Nel corso dell’incontro, in cui i sindacati hanno incassato la disponibilità della Regione ad attivare gli strumenti a sua disposizione che possano contribuire a superare la crisi a patto che sia prima formalizzata una chiara volontà e progettualità imprenditoriale, la UIL Com ha ribadito la necessità di “essere immediatamente convocati all’esito dei nuovi tavoli in programma nei prossimi giorni con la Cartiera di Ferrara e con la Burgo”.

Ai lavoratori, presenti in presidio sotto il palazzo della Regione, il sindacato ha dichiarato che “manterremo alta la visibilità della vertenza”, con un nuovo presidio che sarà organizzato in occasione del prossimo incontro Regione-sindacati e con eventuali altre opere di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla delicata crisi industriale.