DECISIONE CONSULTA SUL REFERENDUM

DECISIONE CONSULTA SUL REFERENDUM

Menis (UIL Fvg): “contrattazione strada maestra per recupero diritti e tutele sottratti”

“Abbiamo già manifestato con uno sciopero generale contro la lesione dei diritti e delle tutele dei lavoratori prodotte da alcune norme del jobs act. Ciò  premesso noi della Uil continuiamo a ritenere che la strada maestra per il recupero dei diritti violati e delle tutele sottratte sia quella della contrattazione”.

È il commento del segretario generale della Uil del Friuli Venezia Giulia Giacinto Menis sulla decisione della Consulta sui referendum in materia di lavoro, auspicando un rilancio dell’unità sindacale.

“Alcuni diritti, come ad esempio l’applicazione dell’articolo 18 in caso di  cessione di ramo d’azienda o per cambio di appalto, sono già stati ripristinati in alcuni rinnovi contrattuali. È questa la strada maestra con cui recuperare le tutele – aggiunge Menis -. Ci auguriamo si creino le condizioni per rinnovati rapporti unitari volti ad avviare una nuova stagione contrattuale che serva a migliorare le condizioni di vita e lavoro e recuperare le fondamentali tutele a favore dei lavoratori. Il lavoro unitario paga. Basti vedere il rinnovo del contratto del pubblico impiego ottenuto dopo 7 anni di blocco della contrattazione”.