Disservizi Ferrovie in FVG: inaccettabile addossarli ai lavoratori

Disservizi Ferrovie in FVG: inaccettabile addossarli ai lavoratori

La Uil del Friuli Venezia Giulia chiede alla Regione di indurre le Ferrovie a rispettare i termini del contratto di servizio.
Ritardi, soppressioni, e disservizi del sistema ferroviario in Friuli Venezia Giulia rappresentano ormai una costante che ha assunto caratteri di assoluta gravità.

La situazione è intollerabile. Ancor più inaccettabile, però, è il tentativo di Trenitalia di attribuire ai lavoratori la responsabilità di questa situazione che si è venuta a creare.
In regione sono presenti tutte le dotazioni umane e professionali utili a garantire livelli essenziali di funzionamento del servizio. Lamentiamo invece le carenze direzionali e organizzative legate all’eccessiva compressione dei turni di servizio e alla scadente manutenzione dei
mezzi. Questo è un sintomo di ricerca di economie che confliggono però con il buon funzionamento del servizio.
Il problema vero è la marginalizzazione della nostra regione che per il gruppo FS è considerata un territorio di transito e non di business.
Pertanto, più che rivedere i termini del contratto di servizio, la Regione dovrebbe mostrare la forza politica necessaria a costringere il gruppo a rispettarli.