Lunedì 12 ore di sciopero e presidi sotto tutte le Prefetture della regione – CGIL, CISL, UIL FVG: UNITI CONTRO LA MANOVRA

Lunedì 12 ore di sciopero e presidi sotto tutte le Prefetture della regione – CGIL, CISL, UIL FVG: UNITI CONTRO LA MANOVRA

E’ sciopero generale unitario contro la manovra correttiva varata in questi giorni dal Governo Monti. Cgil, Cisl e Uil del Friuli Venezia Giulia scenderanno in piazza lunedì 12, con una serie di presidi sotto tutte le Prefetture e l’astensione dal lavoro per un minimo di 3 ore, secondo modalità differenti per le varie categorie (si veda tabella riportata sotto).

“La manovra – commentano per le tre sigle confederali Franco Belci, Giovanni Fania e Giacinto Menis – è inaccettabile per la sua iniquità; punta unicamente a far cassa, andando a colpire chi ha già pagato, cioè i lavoratori dipendenti e i pensionati, con provvedimenti socialmente insopportabili. Non solo – si legge in una nota unitaria – la manovra si accanisce contro la fasce più deboli della popolazione, gravando pesantissimamente sui bilanci familiari (basti pensare alla nuova Ici o all’aumento della accise sulla benzina), ma infierisce anche sulle pensioni senza, per contro, prevedere nulla o quasi né sul fronte della lotta all’evasione fiscale, vera piaga del Paese, con 130 miliardi sottratti allo Stato ogni anno, né su quello dei tagli agli sprechi e ai costi impropri della politica”

Per Cgil, Cisl e Uil occorre cambiare al più presto la manovra attraverso emendamenti di equità: di qui il pressing dei sindacati anche con un sit-in che sarà organizzato ad oltranza davanti al Parlamento proprio da lunedì e che vedrà coinvolte a rotazione anche le delegazioni regionali.

“Andremo fino in fondo”, annunciano Belci, Fania e Menis, anticipando ulteriori iniziative nel caso in cui il Governo non arretrasse dalle sue posizioni. “La situazione è gravissima e non senza ricadute anche per il Friuli Venezia Giulia, tenuto conto del taglio ulteriore di 145 milioni che la manovra ha decretato per la nostra regione”, aggiungono i tre segretari.

Alla preoccupazione, dunque, si aggiunge l’emergenza. “Siamo di fronte – rincarano Belci, Fania e Menis – ad una serie di provvedimenti recessivi, che vanno a demolire lo stato sociale faticosamente costruito in questi decenni, si pensi effetti delle riforme previdenziali, e che continuano a premiare i furbi, senza garantire prospettive di sviluppo per il paese e di un fututo migliore per i giovani”.

 Di seguito la tabella con le articolazioni orarie e territoriali dello sciopero

 LO SCIOPERO SETTORE PER SETTORE  E PROVINCIA PER PROVINCIA

Lavoro privato

Trieste

Gorizia

Udine

Pordenone

Edilizia

8 ore in tutta Italia

Legno, cave, cemento

4 ore

3 ore

4 ore

4 ore

Metalmeccanici Cgil

8 ore in tutta Italia

Metalmeccanici Cisl-Uil

3 ore

3 ore

3 ore

4 ore in tutte

le categorie (*)

Commercio

3 ore

3 ore

8 ore

Altre categorie private

3 ore

3 ore

3 ore

Manifestazioni

Prefettura h 10.30

Prefettura h 11

Prefettura h 15

Prefettura h 11

Trasporti

 

Tpl extraurbano

sciopera giovedì 15 (intera giornata, escluse fasce protette)

Tpl urbano

sciopera giovedì 15 e venerdì 16 (24 h dalle 21 di giovedì, escluse fasce protette)

Ferrovie

sciopera giovedì 15 e venerdì 16 (24 h dalle 21 di giovedì, escluse fasce protette)

Trasp. aereo e marittimo

non sciopera il 12

Porti (esclusi i servizi di assistenza dei passeggeri, animali vivi, controllo merci pericolose e merci deperibili)

Autostrade (escluso il personale delle attività di assistenza e soccorso sottoposte alla legge sullo sciopero)

Autonoleggio (esclusi i servizi scuolabus, accompagnamento casa/lavoro e casa/caserma)

Trasporto Merci e Logistica

Autoscuole e pratiche automobilistiche

Trasporti Funebri

Impianti a Fune

 

3 ore in tutta Italia

Trasporti privati

come le altre categorie private

Pubblico impiego

 

Scuola, stato, parastato, enti locali, ecc.

scioperano lunedì 19 (intera giornata)

(*) a PN durata sciopero 4 h per scelta CGIL-CISL-UIL provinciali, salvo astensioni più lunghe decise a livello nazionale

 

LA PRESENTE TABELLANON HA VALORE UFFICIALE, VIENE PUBBLICATA  A PURO TITOLO INFORMATIVO.

PER MAGGIORI CHIARIMENTI SI CONSIGLIA DI CONTATTARE LE SEDI SINDACALI PROVINCIALI