Presidio a Trieste contro i tagli del Governo a CAF e Patronati

Presidio a Trieste contro i tagli del Governo a CAF e Patronati

Oggi 4 dicembre 2015 i Patronati aderenti al CEPA hanno effettuato un presidio con volantinaggio davanti la sede INPS a Trieste in via S. Anastasio e presso l’INAIL di Trieste in via del Teatro Romano.

Presente a questa iniziativa anche il Patronato ITAL UIL di Trieste che ha voluto così richiamare la cittadinanza a questo grave taglio che potrebbe compromettere il servizio offerto ai cittadini, sia presso gli stessi sportelli del Patronato ITAL UIL e presso il CAF della UIL.

Infatti, la Legge di Stabilità varata dal Governo Renzi inviata alle Camere, contiene un taglio pesantissimo al Fondo Patronati, pari a 48 milioni di Euro, che mette in discussione il loro funzionamento e un’attività di tutela gratuita rivolta ai lavoratori, pensionati e giovani. Questa misura comporterà un danno per tutti coloro che oggi, tramite i Patronati, possono contare su una rete di servizi diffusa nel territorio e gratuita nella prestazioni.

Inoltre, la Legge di Stabilità prevede un’ulteriore consistente sforbiciata ai compensi ministeriali destinati ai Centri di Assistenza Fiscale, in aggiunta a quelle già applicate gli scorsi anni. Due potrebbero essere le inevitabili ricadute: la chiusura dei Caf che obbligherebbe gli utenti a rivolgersi a liberi professionisti oppure l’aumento delle tariffe da parte dei Caf, assolutamente necessario per il mantenimento delle strutture.